“Le pinete del Vesuvio stanno crollando”. L’allarme lanciato dal presidente di Primaurora. Rinviato il consiglio comunale monotematico

“Le pinete del Vesuvio, colpite dagli incendi del 2017, stanno crollando su se stesse”.

È un grido d’allarme disperato quello che lancia Silvano Somma, dottore Forestale e presidente dell’associazione Primaurora che dal giorno in cui il fuoco ha divorato duemila ettari di macchia mediterranea, continua a monitorare le condizioni della montagna e a tenere d’occhio le condizioni del terreno che ingoia radici e spalanca voragini.

“Durante un recente sopralluogo”, spiega Silvano Somma, “abbiamo notato numerosi schianti di grossi alberi e abbiamo assistito in diretta ad alcuni crolli. Lo abbiamo ribadito dal giorno del primo incendio: bisogna intervenire subito per rimuovere le centinaia di ettari di alberi morti. Il rischio per la popolazione è altissimo , sia perché questi alberi crollando possono colpire le persone che si trovano a passare nella zona, sia perché si favoriscono le condizioni per l’innesco di un altro maxi incendio. Non possiamo aspettare che ci scappi il morto o si verifichi un nuovo inferno di fuoco per fare qualcosa. I proprietari privati e sopratutto le istituzioni”, conclude Silvano Somma, “facciano la loro parte se davvero vogliono evitare nuove tragedie. Bisogna agire subito: tempo da perdere non ne abbiamo più”.

 

Una denuncia che potrebbe essere inserita nella discussione del prossimo consiglio comunale monotematico sul dissesto idrogeologico: la seduta prevista per il 31 ottobre, è stata rinviata al 15 novembre alle 9 del mattino. La decisione di spostare la seduta di quindici giorni, è stata adottata per consentire agli enti sovraordinati come Regione Campania, Autorità di Bacino ed Ente Parco di programmare la partecipazione e dunque di intervenire.

ebe27be9-3a13-4173-91ce-a39ec91d2639

“Il dissesto idrogeologico”, spiega Luisa Liguoro, consigliere comunale di maggioranza che sta seguendo da vicino la problematica legata al rischio frane, “rientra tra le priorità dell’amministrazione guidata da Giovanni Palomba. Con il sindaco, abbiamo già incontrato il presidente dell’Ente Parco Vesuvio e siamo determinati a trovare una soluzione che tuteli l’incolumità dei cittadini e metta in sicurezza il territorio”.

Intanto, anche il movimento Liberi e Uguali di Torre del Greco ha chiesto, attraverso il consigliere regionale Francesco Todisco, un’audizione alla commissione ambiente della Regione Campania.

“Preso atto della problematica”, spiegano Anita Sala e Ivan Severino, “il presidente della commissione ha chiesto al vice presidente della Regione, Bonavitacola che è anche assessore all’ambiente, l’istituzione di un tavolo tecnico per affrontare la problematica che sta preoccupando migliaia di persone dell’area vesuviana”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...