Emergenza rifiuti. Fratelli d’Italia presenta un’interrogazione al Ministro Costa: “Si rischia il colera”.

Sen. Antonio Iannone.jpg
Senatore Antonio Iannone

L’emergenza rifiuti, a Torre del Greco, arriva in Parlamento. In una interrogazione a risposta scritta inviata al ministro dell’ambiente, Sergio Costa, il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, denuncia lo stato degli Eco Punti, punta l’indice contro il crollo dell’indifferenziata, passata in due anni dal 48 al 26 per cento, e parla di “rischio colera”.

“Dopo aver sentito i rappresentanti locali del mio partito sulla situazione in cui versa il quarto comune della Campania”, spiega l’onorevole Antonio Iannone, “ho ritenuto opportuno chiedere al ministro dell’ambiente se fosse a conoscenza della condizione di emergenza che vive Torre del Greco sul fronte dei rifiuti e di adottare specifiche iniziative per garantire la salute pubblica e il decoro”.

Nell’interrogazione supportata dal lavoro documentale fatto dai coordinatori Nello Savoia; Salvatore Quirino e Luca Alini; e dal consigliere comunale di Torre del Greco, Alessandra Tabernacolo; Antonio Iannone se la prende con la Regione Campania e con il Comune. Parte dal blocco dei conferimenti in discarica, in tutta l’area napoletana, che “sta lasciando a terra tonnellate di rifiuti” e aggiunge: “Sono al collasso le isole ecologiche e i centri di raccolta dei rifiuti dislocati in tutta la città. Ci sono cassonetti pieni di umido, carta, plastica e tantissimo materiale ingombrante depositato in maniera selvaggia, complice l’assenza di controlli e videosorveglianza”.

E fa di Torre del Greco, una descrizione da paese terzo mondo: “Al centro e in periferia”, spiega ancora Iannone, “i sacchetti accumulati da giorni marciscono al sole e vengono sventrati da topi e scarafaggi con i cittadini che devono passeggiare sui marciapiedi facendo lo slalom tra la spazzatura. Si rischia il colera: l’allarme igienico-sanitario è gravissimo e di notte non si respira per il cattivo odore. La popolazione di Torre del Greco”, conclude il senatore di Fratelli d’Italia, è esasperata ed indignata perché al cospetto di questa situazione si vede recapitare tasse  elevatissime; mentre la raccolta differenziata che fino al 2016 toccava il 48% è crollata al 26% nel 2018”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...