Frattura con Ascom. Duecento commercianti del centro storico di Torre del Greco scelgono Confesercenti.

Logo ActNessuno tra gli associati parla di frattura. Non ne fa menzione il presidente dell’Associazione Commercianti Torresi, Gianmarco Del Prato, non lo dicono i duecento negozianti del centro storico che ormai da qualche mese hanno aderito all’Act. Più di uno, però, di fronte alla parola Ascom, si lascia sfuggire mugugni. Sta di fatto che da lunedì 19 novembre, a Torre del Greco, l’associazione nata questa estate per cercare di rimettere in moto l’economia dei negozi flagellati dalla crisi, ha aderito alla Confesercenti voltando le spalle ad Ascom, sigla storica per le attività commerciali del territorio.

 

Una scelta che era nell’aria già da un po’ di tempo. Non a caso, a ottobre scorso, il presidente di Ascom, Giulio Esposito, tra le righe di un formale augurio inviato alla neonata Act, invocava unità: “Ben vengano”, scriveva in un comunicato, “iniziative commerciali territoriali ma è necessario creare ampi spazi di aggregazione associativa, in grado di rappresentare la categoria nel confronti delle istituzioni. Le piccole associazioni di quartiere hanno il vantaggio di riuscire a ottimizzare e orientare le energie a beneficio di una specifica area territoriale. Ma corriamo il rischio di apparire disaggregati, indebolendo la categoria dei commercianti nei confronti dei nostri riferimenti istituzionali. Ascom guarda positivamente ad iniziative come quella promossa dalla neonata associazione di commercianti torresi con il suo programma di iniziative natalizie e altre manifestazioni di quartiere, ma sottolinea la necessità di far convergere le energie verso un unico interlocutore che rappresenti la categoria nei confronti dell’amministrazione”.

trio
Gianmarco Del Prato, Vincenzo Schiavo, Francesco Aprea

La risposta a quell’appello è arrivato due giorni fa con l’ingresso di Act in Confesercenti e l’esultanza di Vincenzo Schiavo, presidente interregionale di Campania e Molise, che nel corso di una riunione organizzata all’Hotel Poseidon, ha detto: “Abbiamo il piacere di avere l’adesione nella nostra struttura confederale di un’associazione composta da oltre 200 iscritti che hanno interesse a far rifiorire l’economia torrese, che poggia i suoi cardini sull’industria del corallo, sui gioielli, sulle aziende navali. Ultimamente tale economia è rimasta un po’ inascoltata. Da oggi Confesercenti sarà al loro fianco, offrendo servizi, convenzioni e indicando il tracciato che porta alla ripresa”.

riunione

Un progetto di rinascita che ha già iniziato a muovere i primi passi con l’avvio di una serie di iniziative legate al Natale, ma anche alla viabilità e al turismo: servizio navetta durante i weekend di novembre; carta fedeltà per finanziare il restauro dei monumenti, luminarie pagate dai negozianti e un trenino per incentivare i turisti a visitare Torre del Greco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...