Via Francesco Coscia spacca la città: i residenti rivogliono viale Dei Pini. La Pro Loco: “Rispetto per la famiglia”.

f392e032-c056-4e91-9d8c-33aa8de252e4La protesta è partita nello stesso giorno in cui l’amministrazione comunale ha cambiato il nome di viale dei Pini in via Francesco Coscia: una piccola variazione toponomastica che non è piaciuta ai residenti, che rivendicano “l’identità storica”  del luogo, si ribellano all’idea di dover modificare una serie di documenti, dalla carta d’identità alle bollette di acqua, luce e gas, e protestano contro “l’effetto sorpresa”.

“Nessuno ci ha interpellati. Nessuno ci ha chiesto se eravamo d’accordo. Ma viale dei Pini deve rimanere tale anche perché c’è l’identità di ciascuno di noi, dei nostri antenati che hanno offerto i loro terreni per realizzare questo pezzo di asfalto. Se proprio vogliono intestare una strada a Francesco Coscia, cambino il nome del viale dove è vissuto”, dicono i residenti.

Una variazione talmente gravosa, da spingere gli abitanti della zona ad avviare una petizione per chiedere al Comune di riportare la targhetta di viale dei Pini lì dove è sempre stata.

0b212e7c-87cc-4c84-842a-4e247e269cf1“Una ferita al cuore”, per il promotore dell’iniziativa, l’ex presidente della Pro Loco di Torre del Greco, Antonio Pacilio, che di fronte ai banchetti attrezzati per la raccolta delle firme, sbotta: “Trovo questa situazione oltre che assurda, estremamente triste per la famiglia dell’ex sindaco Cicciotto Coscia che di sicuro si sente ferita da quella che definisco una mancanza di rispetto verso la memoria di un nostro concittadino che è stato un vanto per Torre del Greco. Io sono, per cultura e formazione personale, un uomo di sinistra. Politicamente non sono mai stato un sostenitore di Francesco Coscia, ma non posso negare il bene che ha fatto per la nostra città”.

“Il progetto è più ampio”, aggiungono i responsabili della Pro Loco, “e prevede di valorizzare una serie di personaggi che hanno dato lustro a Torre del Greco, proponendo il cambio di intestazioni di diverse strade che possiamo definire anonime. Speriamo che i residenti dell’ex viale dei Pini comprendano lo spirito della nostra iniziativa e sospendano qualsiasi manifestazione di protesta”.