Successo travolgente per “La Duchessa di Forcella” di Antonello Aprea. Nuove repliche al teatro don Orione di Ercolano.

52508105_1151959351638443_5401222357438169088_nUn successo travolgente per la compagnia di Donna Peppa e lo spettacolo “La Duchessa di Forcella“, commedia in due atti scritta e diretta da Antonello Aprea che dal 9 febbraio, tutti i weekend, sta riempendo il teatro don Orione di Ercolano. Il calendario prevedeva la conclusione delle repliche il 9 marzo. Ma un mese, a quanto pare, non basta a soddisfare le richieste. Per questo gli organizzatori hanno deciso di prolungare lo spettacolo fino a domenica 24 marzo.

52698877_795223014168821_6506443886536163328_n
Antonello Aprea

“Una soddisfazione immensa”, dice il regista, Antonello Aprea. “Siamo entusiasti perché, grazie al passaparola e all’apprezzamento del pubblico che ci segue da anni, siamo stati quasi costretti a inserire nuove date in cartellone. Sono tante le richieste che continuiamo a ricevere: e non solo da persone che vivono nei dintorni di Torre del Greco ed Ercolano, ma anche da spettatori che arrivano dai paesi dell’area vesuviane e in generale della Regione Campania e perfino dalla Puglia. Noi tutti siamo felicissimi e ringraziamo il pubblico che ci ama”.

52911743_2230861090311430_4235576814648426496_n

52523772_361260481395712_7240304731992621056_n

 

“La Duchessa di Forcella”, spiega Davide Ametrano, assistente alla regia, “è un’opera che nel consueto buonumore delle commedie di Antonello Aprea, ci fa rivivere il tempo dei viaggi transoceanici quando le famiglie per necessità di denari erano costrette a separarsi. La commedia, però, è un viaggio al contrario, non più di separazione ma di
incontro, quello della portinaia, Assunta (Teresa De Rosa) e di suo marito, Agostino (Antonello Aprea) con la figlia Mary (Gelsomina Ascione) affidata alle cure di una monaca svampita (Anna Di Maio), della zia Josephine (Enza Ascione) e dello zio Genny (Raffaele Garofalo) anch’essi espatriati in America”.

52476584_392316707995090_305586772786544640_n
Antonello Aprea e Raffaele Garofalo

La scena si svolge negli anni ’50, in un palazzo di Forcella dove vive tra gli altri una duchessa scontrosa e sprezzante (Veronica Ammendola) che comanda a bacchetta il marito Giovanni (Pasquale Cataletti) e il suo domestico Gildo (Antonio Quartuccio) che ha un’unica vera vocazione, trovare marito.

Nel cast ci sono due comari “trasatticce”, Michelina e Colomba (Alda Maccarrone e Cristina Raia);  una strana anziana, Nannina (Susy Di Giacomo); un postino (Michele Langella) che annuncia l’arrivo di Mary, del suo fidanzato Eric (Rosario Boccia) e del suocero Bobby Scannabue (Giuseppe Giordano). E c’è ancora il “sapunaro” (Salvatore Pagano), il giovane orfano (Luca Langella) la truccatrice “vrenzola” (Anna Albuzzi) e un professore (David Arcimboldo) che cerca invano di impartire qualche regola di bon ton.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...