Gara di solidarietà per i disabili del don Orione: Farmaciste Insieme organizza una festa per costruire una stanza multisensoriale al centro di Ercolano.

stanza-multisensoriale1.jpg
Stanza multisensoriale

Servirà a finanziare una stanza mutisensoriale per i disabili del centro don Orione di Ercolano il ricavato della festa di primavera organizzata dall’associazione Farmaciste Insieme, in programma per il prossimo 17 maggio alle 20,30 a villa Doria D’Angri, in via Francesco Petrarca, 80 a Napoli. L’evento dal titolo Primavera in Alleria, ha già fatto partire la macchina della solidarietà. Con l’intento di aiutare i responsabili del don Orione ad attrezzare, nella struttura di via Vesuvio, un laboratorio multisensoriale destinato a migliorare la qualità della vita ai disabili più gravi, si stanno infatti mobilitando decine di persone offrendo supporto e collaborazione agli organizzatori: in poche settimane sono stati già venduti oltre quattrocento biglietti.

“Siamo ormai alle battute finali”, spiega Raffaella Margiotta, del direttivo di Farmaciste Insieme. “Siamo state travolte dall’entusiasmo e dalla partecipazione di tante persone che hanno aderito all’iniziativa e di questo siamo felicissime. Il prossimo 17 maggio, a villa Doria D’Angri, faremo festa e, grazie agli sponsor, offriremo ai partecipanti una cena a buffet, accompagnata da musica, canti e balli. La serata sarà infatti allietata dagli Starfunky e dal violino del maestro Antonio Ruocco“.

Farmaciste Insieme
Farmaciste Insieme

È il terzo evento di beneficenza organizzato da Farmaciste Insieme: in altre due occasioni l’associazione ha raccolto fondi per i bambini ricoverati all’ospedale Pausilipon di Napoli e per i disabili che occupano Villa La Gloriette, che si trova sulla collina di Posillipo, confiscata al boss Michele Zaza.

Alessandro Di Vaio
Alessandro Di Vaio

È la seconda volta, invece, che i benefattori si attivano per regalare una stanza multisensoriale ai ragazzi che frequentano il don Orione di Napoli e di Ercolano. La prima campagna-fondi è partita nel 2018 con la vendita del libro La mia vita è cambiamento, di Alessandro Di Vaio, il poeta che comunicava con i segni. Il giovane disabile, prima di morire, aveva espresso il desiderio di destinare il ricavato del libro al progetto. Il sogno si è avverato a Natale scorso con l’inaugurazione di una stanza multisensoriale all’istituto don Orione di Napoli.

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...